Termini e condizioni corsi online

Termini e condizioni corsi online: cosa sono?

Dopo la pandemia l’e-learning ha subito un’accelerata e l’offerta di corsi online è sempre maggiore.

Troviamo formazione online sotto molteplici vesti, come:

  • webinar,
  • masterclass,
  • contenuti pre-registrati e messi a disposizione online.

Già, ma cosa serve per poter erogare formazione online dal punto di vista legale? L’offerta online prevede l’applicazione di una normativa ben precisa:

Erogare formazione online significa, infatti, commercializzare un servizio al di fuori dei locali commerciali.

Quindi?

La distanza fra l’utente che acquista il corso dal computer di casa o dallo smartphone, e il soggetto che vende il servizio online, comporta uno squilibrio informativo a carico del primo.

Ecco allora che il legislatore per ridurre questo gap è intervenuto stabilendo precise regole per impostare il processo d’acquisto online, dalla struttura del sito web al carrello passando per la landing page e i relativi consensi.

In particolare, i documenti legali indispensabili sono:

  • termini e condizioni di vendita;
  • informativa privacy.

In questo articolo vediamo cosa serve per mettersi al riparo da sanzioni e/o contestazioni da parte dell’acquirente con particolare riferimento a termini e condizioni di vendita.

Termini e condizioni corsi online: a cosa servono?

Quando eroghiamo corsi online stiamo vendendo un prodotto e quindi stiamo concludendo un contratto (di compravendita) con l’acquirente.

Prima di vincolarsi con l’acquisto, però, l’utente deve essere messo in condizione di conoscere termini e condizioni d’acquisto.

Ad esempio

– una volta concluso l’acquisto è possibile recedere?

– in tal caso è previsto un rimborso?

– il contenuto del corso è coperto dal diritto d’autore?

– cosa succede in caso di violazione del contratto?

Ecco allora che, per fornire queste e molte altre informazioni precontrattuali, servono termini e condizioni di vendita.

Le condizioni generali di vendita sono, infatti, un vero e proprio contratto che, come venditori, stipuliamo con l’utente.

Cosa accade spesso?

Il copia e incolla di termini e condizioni di vendita da altre piattaforme.

Sembrerà banale ripeterlo, ma è così:

il copia e incolla non funziona.

Prendere i termini e condizioni corsi online da un sito altrui non garantisce il rispetto della normativa e, soprattutto, non assicura la giusta tutela nei confronti degli utenti.

È il caso del brand che prende le condizioni generali di vendita da una piattaforma simile, e si ritrova a dover rimborsare il costo di consulenze già erogate.

Perché questo era quanto indicato in quei termini e condizioni, pensati per un servizio diverso.

Condizioni Generali Vendita Corsi on-line; Termini e Condizioni Corsi Online; Come Vendere Corsi di Formazione; Aspetti Legali Corsi Online; Termini e condizioni corsi online; condizioni generali di contratto corsi di formazione; acquistare corsi di formazione; condizioni generali corsi online; webinar termini e condizioni; condizioni generali vendita corsi on-line; vendita corsi online; vendita corsi di formazione online; acquistare corsi di formazione; contratto servizio di formazione; contratto e-learning; condizioni generali di contratto corsi di formazione; condizioni generali contratto corsi e-learning; diritto di recesso corsi online; diritto di recesso corsi formazione on-line; elearning

Termini e condizioni corsi online: come ottenerle?

Le condizioni generali di vendita variano a seconda che si vendano:

  • beni o
  • servizi

e, ancora, a seconda del tipo di e-learning erogato:

  • corsi pre-registrati o
  • live

e delle sue tempistiche di fruizione:

  • prevendita o
  • accesso diretto

Con il variare di questi, e altri, fattori, cambia anche il tipo di tutela da ancorare al tuo e-learning.

Ad esempio nel caso di e-learning in materia di fotografia: è proprio nei termini e condizioni corsi online che va inserita la tutela del diritto d’autore.

Lo stesso dicasi per il caso del ripensamento dell’acquirente:

in questo articolo abbiamo visto quando può essere escluso, insieme al rimborso.

E come evitare che un professionista concorrente si iscriva al corso e utilizzi i nostri materiali?

Con un patto di non concorrenza, anche quello da inserire nei termini e condizioni di vendita.

Ecco allora che il primo errore da evitare è il copia e incolla delle condizioni generali di vendita corsi online.

E ricorrere al generatore automatico?

Significa avere tra le mani un documento di cui ignoriamo contenuto e scopo, che in caso di problemi ci costringerà a tradurne il significato.

Senza contare che il lavoro del generatore termina nel momento in cui il documento è pronto.

Il generatore non ti consente di analizzare gli altri aspetti che la normativa impone di considerare, ad esempio:

  • le spunte necessarie in fase pre-acquisto o
  • la dicitura da inserire sul bottone d’acquisto.

Il modo migliore per ottenere termini e condizioni pensati per il proprio corso/servizio/prodotto, è quello di affidarsi a un legale competente che ti consenta di.

  • avere un documento studiato su misura,
  • comprenderne il contenuto e quindi saperlo gestire nei rapporti con l’utente,
  • verificare la conformità normativa del sistema di vendita nel suo complesso (es. spunte da inserire, dicitura bottone d’acquisto, landing page ecc.),
  • curare la customer experience dell’utente, nei confronti del quale un linguaggio chiaro e semplice può fare la differenza.

È in quest’ottica che lo Studio Legale Lasagna mette a disposizione di chi intenda lanciare o rivedere l’impostazione legale di un e-learning i seguenti servizi:


Vuoi saperne di più?

Pubblicato da Martina Lasagna

Avvocato in Genova, membro del Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Genova, socia A.I.G.A., Il Foro Immobiliare, A.I.A.F. Aiuto i freelance a tutelare il loro lavoro.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: