Tribunale di Genova, le disposizioni in tema di coronavirus — Avv. Martina Lasagna

Tribunale di Genova, le disposizioni in tema di coronavirus

Possibili stop a pignormaneti e sfratti a Genova

L’accesso al Palazzo di Giustizia

A seguito dell’emergenza legata al propagarsi del Covid-19, il Triunale di Genova ha adottato misure restrittive per l’accesso ai locali.

In particolare, con il prot. n. 1573/2020 è stato disposto il divieto d’accesso ai locali ed alle cancellerie del Palazzo di Giusstizia di Genova sino al 4 aprile 2020.

Secondo il provvedimento in questione, sono consentiti gli accessi esclusivamente per il compimento di attività che non possono essere svolte da remoto in via telematica.

L’accesso al Tribunale è invece garantito in relazione ai procedimenti non soggetti al rinvio di cui al D.L. 11/2020.

Le notifiche presso l’U.N.E.P.

Anche le notifiche presso l’U.N.E.P. della Corte d’Appello di Genova subiscono una battuta d’arresto.

Con provvedimento 9/3/2020 la Corte d’Appello di Genova ha infatti limitato l’esecuzione delle notifiche civili ai soli atti urgenti o in scadenza sino al 4 aprile 2020.

Non è invece sospesa dal provvedimento l’esecuzione di sfratti e pignoramenti: in questo caso infatti l’esecuzione degli stessi è rimessa all’esclusiva valutazione dell’Ufficiale Giudiziario.

Spetterà a quest’ultimo dunque ogni valutazoine circa l’opportunità di eseguire i provvedimenti in questione.

Pubblicato da Martina Lasagna

Avvocato in Genova, membro del Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Genova, socia A.I.G.A., Il Foro Immobiliare, A.I.A.F. Aiuto i freelance a tutelare il loro lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: